13  Ponte Felcino - Colle Sciana

Descrizione ImmagineL’ itinerario ha inizio dal Bosco Didattico di Ponte Felcino, a pochi metri dal Tevere. Si prende la strada in direzione Perugia – Ponte Rio e quindi si gira a destra per la strada che sale ripida verso Poggio Pelliccione, tratto senza tornanti che risulta particolarmente impegnativo. Terminata la salita la strada si restringe diventando sterrata. Tenendo la sinistra si arriva in località Montebagnolo, e quindi in leggera salita si prende la direzione di Montelaguardia. Seguendo le indicazioni per San Marino si cambia strada lungo un percorso che si fa sempre più aperto e panoramico fino a svoltare su una strada bianca che scende in direzione del Castello di Montenero e Colle Sciana. Si procede fino ad abbandonare la maestra per una carrareccia a fondo roccioso e piuttosto sconnesso che scende decisa a valle. Si incrocia quindi l’asfaltata per Ponte Pattoli che si raggiunge velocemente. Oltre il ponte sul Tevere si imbocca la comoda strada vicinale per Ramazzano, che attraversa la fertile campagna spesso coltivata a tabacco. Con una deviazione si arriva a guadare il torrente Ventia per puntare in direzione del Podere degli Oddi, riavvicinarsi al Tevere e seguirlo fino al Passo dell’Acqua-Villa Simonetti, dove un ponte pedonale ci permette di passare dall’altra parte del fiume. Passando per Villa Pitignano si scende al percorso ciclo-pedonale che prima corre parallelo a un corso d’acqua artificiale e poi si avvicina all’argine del fiume. Si entra quindi nel Bosco Didattico di Ponte Felcino, una sorta di vivaio forestale caratterizzato da essenze arboree ed arbustive in varietà, impiantato agli inizi degli anni 90 a scopo principalmente didattico e diventato nel corso degli anni un punto di riferimento costante per gli abitanti della popolosa frazione perugina. Si raggiunge così l’Ostello della Gioventù, luogo di arrivo della pedalata.

 

Esporta

Scarica le coordinate relative all'itinerario per il tuo navigatore satellitare

File GPX

Scarica il file dell'itinerario da visualizzare su Google Earth

File KML