MOSTRA SUI 500 ANNI DELLA PALA dell'ASSUNTA

Pubblicato il 8/31/2013    Hotel el Patio
Ultimi Giorni della Mostra del Perugino 1513-2013 cinquecentoanni della Pala dell'Assunta di Corciano
"Con oro et altri colori buoni"
Perugino a Corciano: 1513-2013. I 500 anni della Pala dell'Assunta

Il 18 dicembre 1512,

il parroco e il sindaco del castello di Corciano, si recarono alla volta di Perugia per stipulare un contratto con quello che veniva ritenuto il maestro più importante del momento, per la realizzazione di una Pala da porsi sull'altare maggiore della chiesa parrocchiale intitolata alla Vergine Assunta in cielo.
“Con oro et altri colori buoni” è il titolo dell'evento espositivo che parte da una citazione vergata dal notaio Felice di Antonio nel contratto di allocazione della commissione a Pietro Perugino, che lui sottoscrive per un compenso di 100 fiorini e che si impegna ad eseguire nell'arco di otto mesi.
Al fine di rendere quanto più possibile completa la visione ai visitatori è stato progettato un doppio itinerario: il primo nella chiesa parrocchiale di Santa Maria dell’Assunta, luogo dove da 500 anni è custodita la Pala, nel quale è prevista un'installazione virtuale che ripropone l'effige antica del dipinto prima che gli interventi storici successivi ne modificassero la struttura portante, adattandola alle mode e ai nuovi dettami liturgici post-conciliari.
L'ipotesi ricostruttiva della configurazione della parete lignea cinquecentesca viene riprodotta grazie a tecniche avanzate di proiezione digitale su specifici semitrasparenti appesi alla catena in corrispondenza del presbiterio della chiesa, per mezzo di videoproiettori posti nei pressi della cantoria all'ingresso.

 

Il secondo Itinerario si svolge nella chiesa-Museo di San Francesco tratta un secondo aspetto che riguarda il restauro. Partendo dall'ultimo, che ha interessato il dipinto corcianese nel 2003/04, si ripercorre la storia degli interventi fino a giungere a quello storico condotto nel 1838 da Giuseppe Carattoli, restauratore e insigne copista del Perugino.

 
Scarica il racconto che abbiamo realizzato sulla pala dell'Assunta 
 
e scrivici le tue senzazioni sulla  nostra pagina  Facebook  o Twitter